Le più belle rievocazioni di auto storiche in Toscana

Firenze – Siena 2022: le novità di un evento tutto esaurito – VIDEO

La Firenze – Siena è pronta per tornare ad entusiasmare i tanti partecipanti che il prossimo 8-9 ottobre hanno deciso di partecipare. Oltre 40 partecipanti, iscrizioni chiuse da settimane e un evento già tutto esaurito da tempo.

La Cassia Corse, consapevole della responsabilità di questo supporto, è pronta per una due giorni da vivere con una vera e propria esperienza che si trascina ormai dal lontano 1954.

Ne abbiamo parlato con il direttore sportivo della Cassia Corse, Simone Calosi, e Giacomo Bertelli, responsabile alla comunicazione

“Siamo di fronte a un evento dal tutto esaurito che ha riscosso un incredibile successo, prima ancora di cominciare. Questa è una grande soddisfazione che deve a maggior ragione motivare tutti noi a far bene. Perchè il meglio deve ancora venire. L’idea è quella di tornare con tale manifestazione alle origini di quella che è stata una gara di velocità negli anni 50′. Questo è l’inizio di un nuovo percorso per cercare gradualmente di arrivare nei prossimi anni ad ospitare le auto che erano inerenti al periodo storico della manifestazione. La scelta di quest’anno si è soffermata alle autovettura fino al 1970, poi toccherà a noi essere ancora più bravi nell’attirare ancora di più autovettura d’epoca. Siamo onorati e soddisfatti della partecipazione delle aziende made in Sambuca e questo è un motivo di orgoglio. Puntiamo in alto perchè è importante valorizzare quella che è la storia del motorismo italiano e far sì che si possa tramandare, di generazione in generazione. Il nostro percorso si snoderà in un territorio vasto che ci ha visto premiati con la concessione di 3 patrocini, rispettivamente dai comuni di Firenze, Colle Val D’Elsa e Siena, segno tangibile della valorizzazione del territorio. In piazza del Campo vi sarà una sorpresa per tutti i partecipanti, quello lo scopriranno domenica 9 ottobre…”

Queste tutte le informazioni sul percorso e la struttura ricettiva che ospiterà i partecipanti

Gazzettino 122: l’ultimo numero del suo percorso

Il presidente Luigi Berra in occasione del Gazzettino di luglio, ha comunicato la volontà di concludere il percorso di questo appuntamento mensile, facendo le sue valutazioni

Un percorso lungo e ricco di aneddoti, cominciato nel maggio 2011 e che si conclude a distanza di 11 anni. In questo ultimo numero il ricordo dell’amico Giuseppe Ciuffi, avvenuto in occasione del ‘Un giorno con il Mito’.

Ecco il testo

Il Gazzettino della Scuderia Cassiacorse 264 Storica ha visto la luce la prima volta nel Maggio 2011. Il compito che si era posto era quello di dare notizie sulle attività della Scuderia, divulgare notizie del mondo dell’automobilismo storico, di parlare di quello in cui i vari soci erano impegnati, di fare “gruppo” e tenersi uniti. In pratica, una funzione sociale.

Ma in undici anni tante cose sono cambiate: e non voglio dire che abbiamo avuto la pandemia da virus, ed ora c’è la guerra; sarebbe troppo facile darne la colpa. Anzi non c’è una colpa da parte di nessuno a parte un appiattimento sui valori di ciò che è visto come  “moderno” e quindi da seguire. La funzione sociale del Gazzettino è stata presa dai cosiddetti “socials”; il che è un controsenso ritenere che scriversi corte frasi intervallate da pollici in su o giù e da faccine sia una forma di socializzazione. Ma tant’è, bisogna accettare. Da qui la fine del compito del Gazzettino che termina per sempre da questo mese. 

Prima di chiudere bisogna ricordare il Raduno riservato alle vetture Alfa Romeo che si è svolto il giorno 12 scorso: Un Giorno con il Mito.  Manifestazione, a detta di tutti, ben organizzata, divertente, su un percorso veloce con panorami mozzafiato. Oltre 60 auto sono partite dalla Piazza di San Casciano Val di Pesa alle ore 9.35; dopo una brevissima sosta presso l’Officina Bellini, via per Tavarnelle, Barberino, San Gimignano; alle ore 11 arrivo alla straordinaria e lussuosa Tenuta di Castelfalfi per l’aperitivo; dopo 40 minuti ripartenza  verso Montaione, Castelfiorentino, Ortimino; lauto il pranzo presso la Azienda Agricola Montemagnoli.

In un intervallo  del pranzo è stato ricordato l’amico Giuseppe Ciuffi; un gruppetto di piloti tra i più stretti amici di Beppe si sono radunati per ricordarlo con poche parole; poche ma molto sentite tanto che il groppo alla gola non ha permesso di raccontare di più sul suo carattere guascone e simpatico. Al figlio Matteo è stata consegnata una targa ricordo insieme all’affetto di tutta la Cassiacorse.

Il Gazzettino saluta caramente tutti coloro che lo hanno letto negli anni.  

‘Un giorno con il Mito’, pronte 60 vetture – VIDEO

Mancano 7 giorni alla edizione 2022 de ‘Un Giorno con il Mito’, il tour fra il Chianti Fiorentino e l’Empolese Valdelsa che vedrà la partecipazione di oltre 60 autovetture.

In vista di questo impareggiabile appuntamento per la Cassia Corse 264 Storica abbiamo intervistato Tiberio, uno degli organizzatori dell’evento, direttamente nel suo garage, dove conserva e custodisce Alfa Romeo.

Ecco la sua storia e il suo saluto in vista dell’evento: LINK AL VIDEO

https://youtu.be/p-DrSoGcuiQ

Gazzettino 121, il ricordo di un amico e il successo di ’50 Sfumature di Rosa’

Arriva puntuale come un orologio di un nostro sponsor, come Margi, il Gazzettino del presidente, Luigi Berra, che ci tiene aggiornati su quanto avviene all’interno della nostra associazione e progetti futuri.

Stavolta è il turno di omaggiare la terza edizione di ’50 Sfumature di Rosa’ con un focus dedicato al castello di Brolio, oggetto di transito della carovana femminile al volante.

Riflettori poi puntati al 12 giugno, quando, in occasione di ‘Un giorno con il Mito’, evento riservato all’Alfa Romeo, dove, come spiegato dal presidente Luigi Berra, sarà forte il pensiero e il ricordo a un amico che non c’è più come Giuseppe Ciuffi.

Ecco il testo

Domenica 1 maggio si è svolta la terza edizione di: “Le 50 Sfumature di Rosa”, raduno di auto classiche condotte dalle signore; i signori uomini dovevano stare al posto del passeggero, senza mugugni né lamentele. E’ stata una giornata memorabile. Diciannove sono state le vetture condotte dalle Dame; dovevano essere ancora di più ma gli strascichi del Covid ci hanno purtroppo privato di qualcuna in più.  Dopo la partenza dalla piazza principale di Tavarnelle Val di Pesa, partenze scandite da un grande orologio della Ditta Margi, la carovana si è diretta al vicino paese di Sambuca dove c’erano pronte delle prove di abilità e precisione.

Alle ore 11 è stata data la ripartenza alla volta di un percorso piuttosto impegnativo dove le gentili donzelle hanno dimostrato di non essere inferiori ai loro compagni uomini, toccando posti molto belli come Badia a Passignano, Panzano, Radda, Castello di Brolio fino a raggiungere dopo una settantina di chilometri il complesso monumentale della Certosa di Pontignano per pranzo e  premiazione degli equipaggi più bravi. 

Una breve nota riguardo al Castello di Brolio. Che cosa ha di tanto particolare oltre che essere situato in una posizione magnifica? E’ stato il punto di riferimento di un grandissimo uomo, cioè Bettino Ricasoli; nato a Firenze nel 1809, passò gli anni della gioventù nel Castello di Brolio da cui partiva per studiare, per viaggiare ed imparare da altri paesi; sostenitore dell’importanza dell’unità d’Italia, nel 1861 succedette a Camillo Benso Conte di Cavour e divenne Presidente del Consiglio dei Ministri. Per parlare di tutte le attività di cui Ricasoli si occupò ci vorrebbero dei libri interi. Qui mi limiterò a dire che, tra l’altro, fondò il giornale La Nazione, tuttora attivo e fu un innovatore nella vitivinocoltura italiana, tanto da stabilire un vero disciplinare di produzione per il Chianti, con le percentuali di uve di cui deve essere composto.

Ma adesso vi voglio mettere al corrente di un altro nostro evento del giorno 12 Giugno, quando organizziamo “Un Giorno con il Mito”, un raduno riservato alle vetture Alfa Romeo, naturalmente vintage. Dopo la partenza dalla piazza centrale di San Casciano Val di Pesa le auto raggiungeranno San Gimignano e  Castelfalfi dove in una cornice di maestose colline toscane troveremo un Hotel a 5 Stelle con Spa, ristoranti, bar e un Golf a 27 buche. Qui  ci viene offerto un aperitivo, quindi si transiterà attraverso il magico borgo antico; quindi si prosegue fino a Castelfiorentino, Martignana per raggiungere Montemagnoli ed un lauto pranzo.

Personalmente tengo molto a questo evento in quanto desideriamo ricordare un amico, un pilota, un guascone: Giuseppe Ciuffi, che ci manca davvero tanto, con i suoi motti di spirito, i suoi scherzi e i suoi consigli in preparazione ad una corsa di velocità, in cui lui era sempre protagonista. 

Il Gazzettino saluta.

Cassia Corse – Tappezzeria Sintesi: legame indissolubile

Prosegue il nostro giro di interviste all’interno degli amici, soci e sponsor della Cassia Corse.

Stavolta è il turno dei volti della Tappezzeria Sintesi di Montespertoli, una realtà che cura in maniera maniacale tutto ciò che riguarda i tessuti delle automobili e non solo.

Di padre in figlio, una vera e propria tradizione di famiglia, che vede un impegno concreto di questa azienda all’interno della Cassia Corse.

Ecco l’intervista ad Alessio Abati che spiega il suo legame con le automobili e l’operato dell’azienda Sintesi.

“La mia Montecarlo? E’ durata 240 km – VIDEO ad Alessandro Moretti

In occasione del pranzo sociale della Cassia Corse sono state realizzate una serie di interviste che saranno pubblicate gradualmente nelle prossime settimane. Dopo l’intervista a Mirco Gentilini è il turno di un altro amico e professionista come Alessandro Moretti che ha raccontato, con la sua consueta ironia, la tappa sfortunata di Montecarlo e i progetti di questo 2022

Ecco la video intervista

Gazzettino 120: un numero speciale da abbinare alla Coppa della Consuma

Aprile è alle porte e il presidente dell’associazione Luigi Berra è tornato con il suo appuntamento mensile, ricco di opinioni, anniversari e riflessioni importanti sul pranzo sociale tenutosi lo scorso 20 marzo al ristorante ‘Cortefreda’ di Tavarnelle Val di Pesa.

Dai 120 anni della Coppa della Consuma al significato del possedere una macchina d’epoca e l’elenco degli eventi programmati per il 2022, il Gazzettino si articola con un elaborato percorso.

A maggio Sfumature di Rosa, l’evento più vicino in termini cronologici, uno dei tanti che sta facendo molto parlare e divertire.

Ecco il testo integrale

Questo anno è legato al numero 120: la Coppa della Consuma è stata organizzata per la prima volta centoventi anni fa; l’Automobil Club Firenze è nato centoventi anni fa. Il Gazzettino di questo mese è il numero 120.  Devo  ringraziare l’amico Andrea Marsili Libelli che lo ha ispirato. Infatti leggevo il Giornalino che lui scrive da lungo tempo e che io aspettavo ogni mese di leggere con interesse;  un giorno decisi di provarci anch’io a scrivere qualcosa che riguardava la Scuderia Cassiacorse 264 Storica e da allora mi sono appassionato a scriverlo. Quindi devo ammettere, la mia non è stata un’idea originale.

E veniamo a noi. Domenica 20 Marzo ci siamo finalmente ritrovati insieme per il Pranzo Sociale che avevamo rimandato a causa delle restrizioni dovute alla pandemia; di cui speriamo di non dover più parlare.

E’ stato molto piacevole rivedersi di persona, di salutarci, di gustare del buon cibo in compagnia; per questo desidero ringraziare tutti i convenuti. Mi dispiace che alcune persone non siano potute essere presenti; mi dispiace per loro perché la vita di una Scuderia, di un gruppo, si svolge come scambio di saluti, di pacche sulle spalle, di sorrisi ed anche di qualche sfottò.

Ritengo che coloro che sono intervenuti si siano trovati a loro agio, tanto che, una volta finito il pranzo, quasi nessuno se ne era andato via; si rimaneva tutti, o quasi, ancora nel ristorante a parlare per la voglia di stare insieme. Anche il tempo atmosferico ci ha voluto regalare una bella giornata di sole.

Durante il pranzo abbiamo esposto i programmi per il 2022: la terza edizione de Le 50 Sfumature di Rosa, raduno con prove di abilità riservato alle Signore al volante, Un Giorno Con il Mito, altro raduno, questo riservato alle vetture Alfa Romeo, una Gincana Veloce che organizziamo in collaborazione con il Club Ufficiale Porsche della Toscana, la settima edizione della Firenze – Siena e la nuova Rondina di regolarità. Programma certamente molto impegnativo, per una “Scuderia di Campagna”, come ci chiama il Prof. Massimo Ruffilli, Presidente dell’ACI Firenze, ma ce la faremo; i preparativi sono ormai partiti da tempo.

Un’altra ricorrenza è stata il ventesimo anniversario della fondazione della Cassiacorse come Storica ed abbiamo voluto dare un piccolo riconoscimento a coloro che si sono dati d’affari per farla partire, nel 2002: Gilberto Focardi, Roberto Ermini, Danilo Barbieri, Franco Pasquini, Marco Cucini e Francesco Bacci. A tutti loro va il nostro sentito ringraziamento.

Naturalmente abbiamo ringraziato e premiato quei due piloti che hanno vinto il Campionato Italiano di classe Velocità in Salita, nell’anno da poco finito e precisamente Mirco Gentilini e Girolamo Visconti.                      

Sfogliando le Riviste dedicate alle auto d’epoca, e ce ne sono ormai parecchie, si trovano locandine ed articoli che riguardano eventi riservati, appunto, alle vetture del passato. Si nota una particolarità che è quella di sottolineare la presenza di auto “importanti”; non voglio nominarne alcuna ma sono o auto degli anni ’20 e ’30 o auto degli anni ’70 e ’80 ma di grande fascino. Tante altre, anche cinquantenni e sessantenni, non vengono molto menzionate. Esistono manifestazioni riservate “solo ad un certo tipo di auto”; auto con certe caratteristiche, che hanno o hanno avuto “importanti”  riconoscimenti. Cosa significa? Che solo la vettura “importante” fa notizia e quindi ne bisogna parlare? O forse significa che, siccome dietro c’è ormai un grosso traffico di denari si vuole cercare di fare incrementare il valore di certe auto rispetto ad altre?

Secondo la mia molto modesta opinione, un’ automobile che ha raggiunto i trenta, quaranta, cinquanta e più anni d’età, è una Automobile che va rispettata; e se non è un modello prestigioso, se non è perfetta, se ha qualche graffio, se la carrozzeria ha perso un po’ della brillantezza originale, va bene ugualmente, anzi è la dimostrazione che ha vissuto, che ha una storia alle spalle. Quando un essere umano invecchia non ci aspettiamo che sia uguale a quando aveva venti anni; accettiamo le sue rughe, i suoi acciacchi, il fatto che non sempre riesce ad avere la giusta “carburazione”. Per le auto dovrebbe essere lo stesso.

Non tutti gli esseri umani sono stati degli eroi, scienziati che hanno fatto scoperte fantastiche, non tutti hanno salvato vite umane, ma tutti devono essere rispettati nello stesso modo. Allora quando ci si riempie la bocca di “passione per le auto d’epoca”, siamo sicuri che si tratta davvero solo di passione? Non sarà anche il desiderio di essere visti come persone importanti? O di possedere delle auto che acquistano di valore in breve tempo?

Abbiamo inizialmente parlato della Coppa della Consuma che celebra i 120 anni dallo svolgimento della  prima corsa; sabato 26 e domenica 27 ha visto iscritte  37 auto moderne e 71 storiche; un po’ poche per una celebrazione  così importante. La ragione? Forse era troppo presto e qualcuno ha temuto il  cattivo tempo che, invece, non c’è stato? Mancanza di preparazione delle automobili?; potrebbe essere e la testimonianza è stata che parecchi sono stati i ritiri già nelle sessioni di prove, per rotture di vario genere. Mancanza di danari? Di questi tempi anche questa potrebbe essere una ragione. Peccato per un percorso certamente tra i più belli ed impegnativi in assoluto. 

Anche i nostri “alfieri” hanno avuto i loro problemi: Girolamo-Gino Visconti ha rotto il motorino d’avviamento e per la corsa di domenica mattina si è dovuto fare spingere per partire. Mirco Gentilini, sempre un po’ troppo audace fino dalle prime battute di prova e, con un differenziale autobloccante che non aveva avuto il tempo di abituarcisi, è entrato in testa-coda alla ultima esse prima del traguardo, perdendo parecchi secondi di tempo e accarezzando leggermente il guard-rail.

In gara ha preferito tenere il piede destro un po’ (non più di tanto) sollevato.

Comunque è sempre molto piacevole ritrovare nuovamente tanti amici, tante mani da stringere.

Buona Pasqua! 

Pranzo sociale: il primo evento di tanti assieme – VIDEO

Si è tenuto domenica 20 marzo al borgo relais Cortefreda di Tavarnelle Val di Pesa il pranzo sociale della Cassia Corse.

Oltre 50 persone hanno partecipato a questo appuntamento del 2022, il primo in presenza e allo stesso tempo il primo di una lunga serie, come spiegato dal presidente Luigi Berra.

Durante il pranzo sociale sono stati omaggiati i soci fondatori della Cassia Corse con un riconoscimento speciale, ricordati gli sponsor che da anni sostengono l’associazione e ricordato il calendario di eventi per il 2022 che si preannuncia già in avvio dell’anno molto ricco e particolareggiato.

Nei prossimi giorni riceverete una comunicazione tramite newsletter, oltre che sul nostro sito, con una immagine riassuntiva di tutti gli eventi già programmati nel 2022.

Ecco intanto nel dettaglio i premiati del pranzo

Soci fondatori:
DANILO BARBIERI
ROBERTO ERMINI
FRANCO PASQUINI
FRANCESCO BACCI
MARCO CUCINI
GILBERTO FOCARDI

Campioni italiani velocità salita auto storiche
MIRCO GENTILINI
GINO VISCONTI

Fra le novità inoltre annunciate proprio durante il pranzo vi è il campionato sociale 2022 della Cassia Corse.

Questo il comunicato ufficiale della Cassia Corse in merito a questa novità

Pensiamo di fare cosa gradita introducendo per la stagione automobilistica in corso, il CAMPIONATO SOCIALE 2022 che si baserà non sui risultati ma sul numero di partecipazioni alle varie manifestazioni e discipline. Naturalmente, qualsiasi tipo di partecipazione dovrà essere fatta come memoro della CASSIA CORSE con la tessera sociale in corso di validità e COMUNICATA alla segreteria, via telefono o WhatsApp al numero 3930328527, oppure a mail@cassiacorse.it specificando la disciplina ed il ruolo, pilota o navigatore.

A fine stagione sarà pubblicata sul sito www.cassiacorse.it la classifica ufficiale, le premiazioni saranno effettuate al pranzo sociale 2023

Di seguito i punteggi assegnati a piloti e navigatori

partecipazione a gara nazionale 5 PUNTI

partecipazione ad ogni evento organizzato da Cassia Corse 4 PUNTI

partecipazione a parate 3 PUNTI

partecipazione a raduni organizzati da altri club 2 PUNTI

Desideriamo inoltre ricordare a tutti i SOCI in regola con il tesseramento 2022, la possibilità di usufruire, a fronte di un rimborso spese chilometrico, del SERVIZIO DI CARRO TRASPORTO AUTO ad uso privato e personale del tesserato. Infatti la scuderia ha messo a disposizione un autocarro IVECO TURBO DAILY guidabile con patente B, per consentire ai propri soci di trasportare la propria auto in occasione di gare, eventi, raduni, ma anche per portarla dal meccanico o dal carrozziere, insomma una bellissima OPPORTUNITA’ ed una ragione in più per far parte della CASSIA CORSE, informazioni e prenotazioni presso la segreteria.

Comincia oggi infine la pubblicazione delle prime interviste realizzate al pranzo sociale della Cassia Corse. E’ il turno dei premiati, come Mirco Gentilini.

Gazzettino 119: a marzo si celebrano i 20 anni della Cassia Corse

Torna il Gazzettino, puntuale come un orologio svizzero da parte del presidente Luigi Berra, per il mese di marzo. Il presidente ricorda gli appuntamenti di questo 2022 e vi ricorda che il pranzo sociale del 20 marzo sarà l’occasione per ritrovarsi definitivamente, tutti assieme. Prenotazioni entro il 13 marzo. Cassia Corse attiva anche nel sociale con una donazione ad una onlus di Greve in Chianti, a testimonianza dell’impegno che la stessa associazione porta avanti sul territorio.

Ecco il testo integrale

La Primavera ci porta la bella stagione, fiori profumati, foglie sugli alberi che crescono a velocità supersonica ed anche, finalmente, tante corse, gare e manifestazioni di auto d’epoca.

Dopo il sonno invernale noi della Cassiacorse siamo pronti a partire a razzo; intanto ci incontriamo il 20 marzo in occasione del Pranzo Sociale all’hotel ristorante Borgo di Cortefreda; chi non avesse ancora rinnovato la tessera potrà farla in quella occasione. Ci saranno le consuete premiazioni e ricorderemo che sono passati già venti anni da quando fu fondata la Cassiacorse come Storica. Sarà soprattutto il modo per ritrovarsi nuovamente insieme dopo tanti mesi in cui è stata difficile la socializzazione. Invito qui coloro che desiderano partecipare di farcelo sapere al più presto; in base alle norme anti-Covid, è necessario predisporre per tempo la disposizione della sala, con la lontananza tra un tavolo e l’altro e anche quella tra commensali allo stesso tavolo. Da qui la assoluta necessità di poter avvisare “ il ristoratore” per tempo sul numero esatto di persone. Dovremo chiudere le prenotazioni entro il giorno 13 Marzo. Grazie per la vostra comprensione.

Avete già ricevuto il calendario degli eventi che organizziamo, ma desidero ricordarli brevemente:

il 1 maggio festeggiamo le Signore attraverso le “50 Sfumature di Rosa” su un bel percorso dalla piazza di Tavarnelle fino alla Certosa di Pontignano. Questa sarà la terza edizione di questo evento; nato quasi per scherzo, con le signore che non si sentivano “amazzoni”, che erano state solamente al fianco del loro “cavaliere” e si schernivano. Messe alla prova, a guidare quelle vetture che non avevano ancora avuto il coraggio di condurre, si sono divertite ed appassionate tantissimo;  adesso non vedono l’ora di rimettersi al volante. Siamo certi che le 50 Sfumature di rosa diventerà una “Classica”.

A giugno, il 12, ritorna “Un giorno con il Mito” riservato alle vetture Alfa Romeo; un raduno Sprint come desiderano tutti i drivers delle auto del Biscione. La partenza sarà da San Casciano Val di Pesa, si toccherà la magnifica tenuta di Castelfalfi per poi finire con il pranzo in un elegante agriturismo. 

Nel mese di ottobre la settima rievocazione della corsa Firenze – Siena che vedrà delle interessanti novità. Non abbiamo ancora deciso la data esatta.

Infine il 27 novembre, la Rondina di Regolarità Turistica come gara Club.

Ma da marzo, il 26 e 27, ricomincia il Campionato Italiano Velocità in Salita dalla Coppa della Consuma la cui prima edizione si svolse 120 anni fa. I nostri due piloti Mirco Gentilini e Girolamo Visconti saranno al via.

Come ormai da diversi anni, nel mese di dicembre, abbiamo fatto una donazione al Gruppo Insieme Onlus di Greve in Chianti; come tutti sanno, la nostra Scuderia  non ha  “santi in Paradiso”, non ha grandi possibilità economiche, ma desidera sempre fare uno sforzo per dare una mano e ringraziare quelle persone che volontariamente si occupano di altre persone meno fortunate.

Su alcuni “Social” come Facebook, sono apparsi di recente nuovi Club o Gruppi che trattano di auto storiche; commentano avvenimenti, parlano  di soggetti di interesse comune e, immagino, cercano consensi. In realtà non si capisce bene che cosa propongono.  Hanno anche nomi accattivanti che hanno a che fare con la città di Firenze.   

Desidero rivolgermi a questi gruppi e ricordare loro  che ci sono già dei Club di auto che raccolgono intorno a loro degli appassionati, che cercano di condividere la passione comune, che organizzano eventi in cui si ritrovano in amicizia e si scambiano informazioni e notizie. Allora, invece di disperdersi in tanti rivoli perché non portate le vostre idee, le vostre esperienze a qualcuno di questi Club, di queste Scuderie? Ritengo che ci si guadagnerebbe tutti, noi ma anche voi. Il mondo delle vetture storiche va tutelato, va reso più attraente anche ai giovani che sempre di più vedono l’auto solamente come un mezzo per muoversi da A a B; invece bisogna  far loro conoscere la soddisfazione di “guidare” un’automobile,  e bisogna cominciare anche  mostrando loro l’importanza dell’associazionismo, che cosa significa ritrovarsi in un gruppo di appassionati che spendono momenti speciali grazie alla  comune passione.

A risentirci presto; ma prima del prossimo Gazzettino, ci vediamo tutti in occasione del Pranzo Sociale, il 20 marzo.

La Scuderia Cassiacorse 264 Storica