Le più belle rievocazioni di auto storiche in Toscana

Gazzettino 121, il ricordo di un amico e il successo di ’50 Sfumature di Rosa’

Arriva puntuale come un orologio di un nostro sponsor, come Margi, il Gazzettino del presidente, Luigi Berra, che ci tiene aggiornati su quanto avviene all’interno della nostra associazione e progetti futuri.

Stavolta è il turno di omaggiare la terza edizione di ’50 Sfumature di Rosa’ con un focus dedicato al castello di Brolio, oggetto di transito della carovana femminile al volante.

Riflettori poi puntati al 12 giugno, quando, in occasione di ‘Un giorno con il Mito’, evento riservato all’Alfa Romeo, dove, come spiegato dal presidente Luigi Berra, sarà forte il pensiero e il ricordo a un amico che non c’è più come Giuseppe Ciuffi.

Ecco il testo

Domenica 1 maggio si è svolta la terza edizione di: “Le 50 Sfumature di Rosa”, raduno di auto classiche condotte dalle signore; i signori uomini dovevano stare al posto del passeggero, senza mugugni né lamentele. E’ stata una giornata memorabile. Diciannove sono state le vetture condotte dalle Dame; dovevano essere ancora di più ma gli strascichi del Covid ci hanno purtroppo privato di qualcuna in più.  Dopo la partenza dalla piazza principale di Tavarnelle Val di Pesa, partenze scandite da un grande orologio della Ditta Margi, la carovana si è diretta al vicino paese di Sambuca dove c’erano pronte delle prove di abilità e precisione.

Alle ore 11 è stata data la ripartenza alla volta di un percorso piuttosto impegnativo dove le gentili donzelle hanno dimostrato di non essere inferiori ai loro compagni uomini, toccando posti molto belli come Badia a Passignano, Panzano, Radda, Castello di Brolio fino a raggiungere dopo una settantina di chilometri il complesso monumentale della Certosa di Pontignano per pranzo e  premiazione degli equipaggi più bravi. 

Una breve nota riguardo al Castello di Brolio. Che cosa ha di tanto particolare oltre che essere situato in una posizione magnifica? E’ stato il punto di riferimento di un grandissimo uomo, cioè Bettino Ricasoli; nato a Firenze nel 1809, passò gli anni della gioventù nel Castello di Brolio da cui partiva per studiare, per viaggiare ed imparare da altri paesi; sostenitore dell’importanza dell’unità d’Italia, nel 1861 succedette a Camillo Benso Conte di Cavour e divenne Presidente del Consiglio dei Ministri. Per parlare di tutte le attività di cui Ricasoli si occupò ci vorrebbero dei libri interi. Qui mi limiterò a dire che, tra l’altro, fondò il giornale La Nazione, tuttora attivo e fu un innovatore nella vitivinocoltura italiana, tanto da stabilire un vero disciplinare di produzione per il Chianti, con le percentuali di uve di cui deve essere composto.

Ma adesso vi voglio mettere al corrente di un altro nostro evento del giorno 12 Giugno, quando organizziamo “Un Giorno con il Mito”, un raduno riservato alle vetture Alfa Romeo, naturalmente vintage. Dopo la partenza dalla piazza centrale di San Casciano Val di Pesa le auto raggiungeranno San Gimignano e  Castelfalfi dove in una cornice di maestose colline toscane troveremo un Hotel a 5 Stelle con Spa, ristoranti, bar e un Golf a 27 buche. Qui  ci viene offerto un aperitivo, quindi si transiterà attraverso il magico borgo antico; quindi si prosegue fino a Castelfiorentino, Martignana per raggiungere Montemagnoli ed un lauto pranzo.

Personalmente tengo molto a questo evento in quanto desideriamo ricordare un amico, un pilota, un guascone: Giuseppe Ciuffi, che ci manca davvero tanto, con i suoi motti di spirito, i suoi scherzi e i suoi consigli in preparazione ad una corsa di velocità, in cui lui era sempre protagonista. 

Il Gazzettino saluta.