Le più belle rievocazioni di auto storiche in Toscana

Gazzettino 103: ciao Uberto!

Firenze Siena 2019

Il presidente Luigi Berra torna con il suo Gazzettino. Tantissimi spunti di discussione e novità che arrivano dai nostri soci. Un messaggio purtroppo bagnato anche da un’altra scomparsa di un vero appassionato del rombo dei motori.

Si ricomincia, finalmente!                                                                                                             

Ma…..“Adelante, Pedro con judicio, si puedes”, come si trova nei Promessi Sposi  di Alessandro Manzoni: è il Gran Cancelliere di Milano Antonio Ferrer che invita il cocchiere della sua carrozza a proseguire, ma con giudizio, se si può, in mezzo al popolo in tumulto per la carestia e la peste.

Si ricomincia, ma con giudizio.

Simone Calosi ha navigato Fabio Loperfido ad un terzo posto assoluto alla Targa AC Bologna il 2 Agosto, prova di Campionato Italiano di Regolarità su Fiat Balilla Coppa d’Oro; coppia che sarà presente anche alla Mille Miglia del 22 – 25 Ottobre. La Rivista Grace ha dedicato loro due foto durante la gara ed una al momento della premiazione.

Alessandro Moretti ha navigato Aiello ad un ottimo 11esimo posto.

Dopo essere stati lontani dalle gare  e dagli allenamenti per le note vicende sanitarie,  i risultati di entrambi i nostri soci sono stati esaltanti. Complimenti a tutti.

Il 12 e 13 Settembre alla corsa in salita Bologna Raticosa,  prima Prova del Campionato Italiano 2020, saranno al via Luigi Berra con la AR Giulia Sprint GTV 1600 e Gino Visconti con un’ auto a ruote scoperte, una  Formula Renault.  Entrambe le vetture saranno presenti anche alla Coppa Chianti Quercegrossa – Castellina del 26 – 27 Settembre condotte da Mirco Gentilini e ancora da Gino Visconti. Fino da ora facciamo loro tanti auguri di…..divertirsi. Questa è la cosa principale. Le corse di auto storiche devono essere principalmente fonte di piacere; i premi non sono in denaro, soltanto delle coppe o trofei, che però siamo tutti felici di portare a casa.

Naturalmente tutte queste gare prevedono ancora il distanziamento sociale e l’uso di mascherine; i Paddock delle corse in salita saranno recintati per tenere lontano il pubblico e un modo per non avvicinare troppo  tra di loro i partecipanti stessi. E qui si torna alla frase iniziale: “Si ricomincia”; sì, ma in che modo? Con giudizio? Certo e con tanto buon senso individuale.  Lo sport, anche il nostro, è sempre un momento di vicinanza sociale, di aggregazione. Non si può vedere un amico, un collega di un qualsiasi sport  e salutarlo da lontano o con quello stupido gesto: la gomitata! Che tutto è, fuorché un gesto amichevole. Vediamo, andiamo a vedere come si fa e poi tireremo le conclusioni.

Nel fine settimana del  26 – 27 Settembre la Cassiacorse avrà un suo Stand alla Mostra Motor Gallery di Modena per cominciare a pubblicizzare la sesta edizione della Firenze – Siena, quella che era già in calendario quest’anno e che, ovviamente, a causa delle restrizioni imposte per il Covid19, siamo stati costretti a cancellare. Nella stessa data ci sarà anche la Milano Auto Classic che è stata anticipata dalla data originale di Novembre;  cosa certamente poco etica nei confronti di Modena. Quella di Milano mi sembra una mossa davvero poco felice che non farà bene a nessuna delle due Manifestazioni.

Vi sarete resi conto che da qualche mese questo Gazzettino non arriva più direttamente dallo scrivente ma da  Giacomo Bertelli, addetto stampa,  che ne invia la copertina e le prime frasi per poi rimandare al sito Cassiacorse per la lettura integrale. Speriamo vivamente che l’idea vi piaccia e che lo leggiate fino in fondo. Poi vi faremo l’interrogazione per sapere se lo avete letto; scherziamo naturalmente. La verità è che, un po’ alla volta, tutti potreste essere interpellati da Giacomo Bertelli per raccontarci le vostre idee, le vostre esperienze, darci dei consigli e magari apparire in un video che verrà pubblicato.

Segnatevi questa data: domenica 4 Ottobre. Vogliamo fare un Raduno speciale intitolato: 50 Sfumature di Rosa. La particolarità è che questa volta saranno le Signore a guidare le auto e i Signori uomini staranno accanto; sì, col cuore in gola e pronti a dare consigli: scala la marcia, vai più piano, stai attenta………Ma sarà un giro non troppo impegnativo, con partenza da Tavarnelle, colazione del mattino, un po’ di chilometri con le Signore che ci prenderanno sempre più gusto a guidare, e alla fine, dato che tutti i cantici finiscono in musica, un buon pranzo. In seguito daremo le informazioni dettagliate, il percorso,  i posti da visitare e dove metteremo le gambe sotto la tavola.

Al momento di venire inviato, questo Gazzettino riceve notizia del decesso di Uberto Bonucci. Notizia tremenda che non avremmo mai voluto dare, che ci lascia sconvolti. Uberto, oltre che grande campione, vincitore innumerevoli volte delle corse in salita per auto storiche, era un vero gentleman, una icona dell’automobilismo sportivo. Inutile dire che porta a tutto il nostro mondo una tristezza infinita; ci lascerà un grande vuoto.

Ma che razza di anno è questo 2020?

Ci ha portato via Beppe Ciuffi, poi Andrea Manzoni ed ora Uberto Bonucci, oltre a quell’altro pilota, di cui purtroppo non ricordo il nome, che ha chiuso gli occhi al termine delle prove di una corsa a Magione.

Si dice che lo “Show must go on”, che dobbiamo andare avanti con le nostre vite, ma ci mancherete tutti, tanto.